Archivi categoria: casual

He’s definitely writing on that paper

Contrassegnato da tag , , , , ,

Questione d’affari

Contrassegnato da tag , ,

Produrremo

Contrassegnato da tag , , , ,

Rubik non stanca mai

Questo sì che sarebbe un bell’hobby da coltivare

Contrassegnato da tag ,

Riflessioni dal wc

Capita spesso che, di mattina o di sera, riguardando le notizie mentre mi trovo in posizioni poco nobili venga colto da problemi esistenziali e spesso piuttosto complessi. Perchè non farci una rubrica?

Voglio cominciare con una domanda che mi sono posto frequentemente nell’ultimo periodo, perchè in tutto il mondo si sta protestando? O meglio, perchè oggi sì e nel 2008 no? In fondo la crisi del 2008 è stata strutturale e profonda per quasi tutto il pianeta, mentre oggi a parte pochi paesi europei non ci sono troppi problemi economici.

La risposta che mi sono dato è che sia diventato “cool” protestare, contro cosa di preciso non è dato saperlo, visto che gli americani vorrebbero una gestione della federazione più “europea”, mentre da noi si protesta proprio contro le istituzioni più europee come la Bce. Insomma piazza Tahrir, Puerta del Sol, Zuccotti Park e Piazza S. Giovanni sono diventati il place to be.

Sia chiaro che questo non è male nè bene, semplicemente fa figo un casino twittare da Zuccotti Park e fare il check in su Facebook da Piazza S. Giovanni, almeno, forse, si svilupperà più interesse su certi temi e chi è veramente intenzionato a fare qualcosa potrebbe approfittarne e cavalcare l’onda, ma attenzione, perchè in questo mondo così veloce inevitabilmente sarà corta.

Contrassegnato da tag , ,

Hillary’s angels

Brrrrrrrrrr

E’ giunto a 13 il numero di donne impiegate nel servizio di sicurezza del segretario di stato americano Hillary Clinton.

Contrassegnato da tag , , ,

Questo è il posto

Un capolavoro, è impossibile non innamorarsi di Cheyenne. Potrebbe sembrare un tributo a Edward Scissorhands, ma in realtà questo film è quello che mani di forbice vorrebbe essere da grande. Sorrentino 1 – Burton 0.

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Wall street is War Street

Il New Yorker va a pescare dall’archivio le foto di una protesta contro Wall Street del 1967, tenuta da un gruppo anarchico: “Black Mask”. “Find the differences” è scontato.

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Weird americans

Toh delle foglie colorate a terra

Agli americani piace un sacco l’Autunno, tanto da coniare una parola per descrivere coloro che si spostano per vedere le foglie che cambiano di colore: “leafers”.

Servizio di The Atlantic tutto sull’Autunno.

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Come distruggere un mito

"Oh fico la maschera di V per andare in piazza a protestare!"

6,99 $ per la maschera di Guy Fawkes. Sul serio?

Contrassegnato da tag , , , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: